BUFALE E AMBIENTE: SE NE PARLA SABATO

0

Bufale. La più incredibile fra tutte l’ha tirata fuori un (sic) “numerologo: tale David Meade. Secondo questo tizio (non so chi sia, da dove venga, che faccia abbia. Neppure mi interessa. Leggo che qualcuno lo definisce “ricercatore” e altri lo chiamano “scienziato”: parole che mi sembrano decisamente esagerate. Io mi fermerei al concetto di “bischero“), fra pochi giorni la terra verrà distrutta. Esattamente il 19 novembre. E il nostro bel paese, l’Italia, chissà perchè sarà il secondo in ordine di tempo a essere distrutto da non so bene quale cataclisma.

Leggo anche che lo stesso David aveva, una prima volta, datato il dramma al 23 settembre e una seconda al 15 ottobre. Mi pare che siamo sopravvissuti. Non starei dunque a preoccuparmi troppo per la prossima scadenza rispetto a una bufala così evidente (un allineamento di corpi celesti che attiverebbe un gran numero di terremoti capaci di distruggere l’intero pianeta) da risultare perfino simpatica.

Un po’ come la fine del mondo preconizzata negli anni Settanta da quel parroco sulla montagna pistoiese che si era autonominato “anti papa” sostenendo che a salvarsi dall’inevitabile cataclisma sarebbe stato soltanto il paese di Gavinana (quello di Maramaldo. E questo, a me del vicino e concorrente San Marcello, un po’ francamente turbava).

Di bufale ce ne sono tantissime. E tantissime riguardano l’ambiente, il clima. E’ il tema delle cosiddette “fake news” su cui Ucsi Toscana e Greenaccord organizzano un incontro, aperto a chiunque sia interessato, nella mattina di questo sabato 11 novembre. Con inizio alle 9 e conclusione attorno alle 13, l’incontro è ospitato in un teatro di San Piero a Ponti (frazione di Campi Bisenzio): il Gorinello (Via del Santo 3).

E si inquadra in una iniziativa più generale (“Alle radici della vita”) voluta da due associazioni cattoliche impegnate nella cultura cinematografica (ACEC e ANCCI sempre in collaborazione con Greenaccord: la proiezione di film e documentari sul Creato per aiutare la crescita di una maggiore “sensibilità riguardo all’ambiente e alla cura della natura”. Sono parole di Papa Francesco nella enciclica (“Laudato Sì) dedicata proprio al presente e al futuro del pianeta in cui viviamo fra inquinamenti e ingiustizie.

Oltre al convegno di sabato mattina, il circolo “Gorinello” di San Piero a Ponti nei giorni successivi ospiterà anche due proiezioni. Due film ambientalisti: “The wall-E” (domenica 12 novembre ore 16, film di animazione) e “Earth. La nostra terra” (giovedì 16 novembre ore 21, un documentario naturalistico).

Di evidente livello i relatori che si confronteranno questo sabato (“Giornalisti e ambiente, fra scienza e fake news”): il vescovo di Montepulciano-Chiusi-Pienza Stefano Manetti, l’agronomo fiorentino Lorenzo Orioli, la giornalista Grazia Francescato (già leader italiana ed europea dei Verdi), il direttore scientifico di Greenaccord Andrea Masullo (oggi anche consulente scientifico presso il ministero dell’Ambiente dove lavora sulle azioni di contrasto sui cambiamenti climatici).

Conclude la mattinata, moderata dai giornalisti Sara Bessi e Andrea Cuminatto, un confronto su “luci e ombre” di problematiche ambientali toscane. Il presidente degli industriali pratesi Andrea Cavicchi racconterà una “luce” (il consorzio Detox per la sostituzione delle sostanze chimiche nel settore tessile) e il giornalista livornese Fabio Figara parlerà anche del disastro ambientale che di recente ha colpito Livorno.

Per i giornalisti l’iniziativa ha valore di corso formativo. 4 i crediti. C’è ancora qualche posto libero (iscriversi sulla piattaforma Sigef).

Share.

Autore

Mauro Banchini

Informazioni biografiche a questo link

Loading Facebook Comments ...

Leave A Reply